AVALON TALES

 

CURRENT MOON


CURRENT MOON

 

I PILASTRI DELLA TRADIZIONE AVALONIANA

 

Siam Fate di Lago...

 

Le Stazioni del Ciclo



Leggendo...

LA STAGIONE DEL RACCOLTO

E' il tempo del Raccolto, la stagione della risoluzione, il momento di godere i frutti del nostro Cammino...

 

LA LUNA IN AVALON NEL 2014


Clikkando qui sotto
avrete accesso alla pagina
nella quale sono elencate tutte
le fasi lunari del 2014
mese per mese

LE LUNE NEL 2014


 

Menu Categorie

 

Cerca


 

Ynis Afallach Tuath

Il Sentiero tra le Nebbie: il Ciclo di Guarigione di Avalon
Giovedì, 14 Agosto 2008 - 16:37 - 5678 Letture
Avalon di
Argante
-Arc'Hant Afallon Alarch- & Destiny Caillean

Eccoci dunque all’inizio del nostro Cammino, che le Nove Madri di Avalon illuminino ogni nostro passo, ogni nostra scelta e ogni nostra rinuncia.

Questa tradizione parla di un percorso, un Cammino di Guarigione, di auto-guarigione.
Percorrendolo ci si fonde e ci si armonizza con le Antiche Armonie, con le Energie dell’Universo, cicliche ed eterne e costanti.
Essa insegna a non autolimitarsi alle parole e idee altrui, ma ad ampliare i nostri orizzonti universalmente, grazie alla sperimentazione personale.

Il ciclo dell’anno in Avalon viene definito ciclo di guarigione poiché è costituito da una serie di tappe intese ad aiutarci a compiere in noi stesse delle trasformazioni sfruttando le energie della Natura consone allo scopo.
Per guarire le ferite del corpo e dell’anima è necessario ritrovare la connessione con la Madre, con i suoi cicli eterni: i suoi moti si riflettono nei moti del nostro animo e noi possiamo tornare coscientemente ad essere
tutt’uno con Lei. Imparando ad armonizzarci con le differenti energie dell’anno, risvegliamo la Dea che è dentro ognuna di noi, ci riappropriamo del nostro Potere di donne, dei nostri sentimenti, della nostra vita, della
nostra divinità innata.
Questa è la vera magia di Avalon: una magia di guarigione, di
autoconoscenza, di trasformazione consapevole di noi stesse.

In Avalon vengono studiate cinque dee principali e quattro, se vogliamo dire…minori.
Le Dee del Ciclo avaloniano sono tre:

Ceridwen
Blodeuwedd
Rhiannon

Le altre due dee sono in un immaginario cerchio,
la Circonferenza, ovvero Arianrhod
e il centro del cerchio: Branwen

Questo cammino di auto-iniziazione inizia a Samhain.

Si parla di
STAZIONE DELLA DISCESA.
Discesa nella Grotta, nel ventre della Madre, nel calderone di Ceridwen, nell’oscurità della Grotta della Madre, osservando il movimento spiraliforme della pozione del Calderone, impariamo a guardare in noi stesse e iniziamo il processo di
distillazione della nostra anima per liberarci dai veleni che ci opprimono e ottenere le preziose gocce della saggezza e della conoscenza, consce della responsabilità che essa comporta.

Entrare nel calderone di Ceridwen per scindere ed analizzare la propria essenza.
Conoscerla meglio e farla, per quanto possa sembrare assurdo, più nostra.
Riunirsi alla propria natura più sacra ripulita da ciò che la ingabbia e soffoca: l’Ombra.
E facendo ciò iniziare il cammino verso la connessione con la scintilla di Madre che è in noi.
Entrare nel calderone alla ricerca della saggezza, poiché la saggezza è il sentiero verso la divinità,
verso la completezza:
e ciò si raggiunge solo con la sperimentazione personale.
Entrare nel Calderone significa raccogliere una manciata di terra e togliere tutti i sassolini,
ripulirla e posarla…anno dopo anno la terra sarà abbastanza pulita e fine da permettere ai semi della Madre di germogliare....

Saranno 5 le stazioni che affronteremo, ognuna di esse collegata ad un elemento, un luogo fisicamente presente nei pressi di Glastonbury, una dea, e una fase lunare.
Studieremo la dea in questione, analizzandone il mito e i simboli.

Viene poi la stazione del CONFRONTO corrispondente ad Imbolc. È questo il momento in cui ci mettiamo davanti a tutte le nostre paure, le debolezze, tutte le energie basse e negative che albergano in noi, tutto ciò che è
necessario abbandonare per poter crescere. Grazie al lavoro compiuto durante la Discesa, abbiamo focalizzato i punti su cui dovremo lavorare.
Fino ad arrivare alla stazione dell’EMERSIONE che corrisponde a Beltane: è giunto il momento di compiere la trasformazione e abbandonare tutto ciò che è necessario, in questo modo potremo indirizzare le nostre energie alla
costruzione , alla manifestazione esteriore del nostro potenziale interno.
E giungiamo infine alla stazione della RISOLUZIONE a Lughnasadh : arriva il tempo di raccogliere i frutti dei semi piantati nell’oscurità, riflettiamo sui successi ottenuti e sul lavoro che resta da fare nel nuovo ciclo.
Ad ogni stazione si lavora con una Dea del ciclo di Avalon ma essendo le stazioni 5 e le dee 3 il lavoro si struttura in maniera fluida, in modo da insegnarci la trasformazione, il lento passaggio da un aspetto all’altro, da una stagione dell’anima all’altra.

Infine abbiamo la stazione dell'INTEGRAZIONE...
Fluida nel suo divinire e sempre presente e costante in tutto il resto del ciclo....

Una piccola nota finale: il ciclo di guarigione si ripete più in piccolo ogni mese nel ciclo lunare:
alla luna calante(ultimo quarto) corrisponde la Discesa, alla luna nuova corrisponde il Confronto, alla luna crescente (primo quarto) corrisponde l’Emersione e alla luna piena la Risoluzione. Quindi , una volta presa dimestichezza con il ciclo e le sue dee potrete viverlo in piccolo ad ogni ciclo lunare.

Questo cammino si inizia approfondendo il mito di Ceridwen e della nascita di Taliesin E partiremo da qui poiché questo mito racchiude in sé quanto di più simile ad un’iniziazione ci possa essere nella cultura celtica.

Racchiude in sé tutto l'intero ciclo di guarigione della tradizione avaloniana.
Il Sentiero tra le Nebbie: il Ciclo di Guarigione di Avalon | Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.






Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato
sotto una Licenza Creative Commons.

© Ynis Afallach Tuath, 2014/2015
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso degli autori e senza citare la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP.
MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php
Il tema grafico è stato creato da Isobel Argante. Webmaster Nemea del Lago.

Powered by MD-Pro