AVALON TALES

 

CURRENT MOON


CURRENT MOON

 

I PILASTRI DELLA TRADIZIONE AVALONIANA

 

Siam Fate di Lago...

 

Le Stazioni del Ciclo



Leggendo...

LA STAGIONE DEL RACCOLTO

E' il tempo del Raccolto, la stagione della risoluzione, il momento di godere i frutti del nostro Cammino...

 

LA LUNA IN AVALON NEL 2014


Clikkando qui sotto
avrete accesso alla pagina
nella quale sono elencate tutte
le fasi lunari del 2014
mese per mese

LE LUNE NEL 2014


 

Menu Categorie

 

Cerca


 

Ynis Afallach Tuath

LE CASTAGNE
Venerdì, 22 Febbraio 2008 - 20:00 - 2168 Letture
Questo è per eccellenza il periodo delle castagne. Esse sono un simbolo di fertilità e di guarigione poiché da esse si ricava un alimento molto nutriente.

Come molti frutti autunnali, hanno in loro il potere del sole al suo massimo. Una leggenda contadina molto diffusa dalle mie parti racconta che tenendo una castagna "matta" in tasca della giacca (credo siano quelle non commestibili, di ippocastano invece che di castagno) ci si protegga dalle malattie invernali. Dal castagno si ricava inoltre un miele che è un vero toccasana per raffreddori e gole infiammate. E dato che le donne di Avalon si servono delle proprietà delle piante da ogni punto di vista, magico, sacro e più "profano" aggiungo che con l'acqua di cottura delle castagne si ricava un ottimo risciacquo dopo shampoo per le brune che desiderano riflessi più intensi sui capelli. Consumando le castagne nelle loro molteplici forme (caldarroste, bollite, in farina o miele) riflettiamo sull'abbondanza di questa stagione, sui progetti che l'energia samos (estiva) ha portato a maturazione nelle nostre vite. Come piccole castagne, ci chiudiamo ora nel buio del nostro riccio, nella nostra interiorità, nell'oscurità dell'inconscio, per piantarvi nuovi semi in attesa della primavera. Decorate il vostro altare con castagne, ricci e foglie e lasciatene in dono qualcuna alle fate: ne sono molto golose!

Pane di Castagne

Una ricetta classica della tradizione contadina. Vi serviranno:

Ingredienti:
- 300 gr di farina bianca di tipo 0;
- 100 gr di farina di castagne;
- 4 cucchiai di miele;
- una bustina di lievito di birra tipo mastro fornaio;
- 200 ml di acqua, un pizzico di sale.

Preparazione:
Mescolate le due farine con l'acqua tiepida in cui avrete disciolto il lievito. Aggiungete 4 cucchiai abbondanti di miele. Lavorate bene l'impasto per almeno 15 minuti, fino ad ottenere una pasta morbida ed elastica che non si appiccica alle mani. Formate una pagnottella o delle piccole pagnottine se preferite, dividendo la pasta. Mettete in una terrina di ceramica e coprite con un panno umido. Lasciate lievitare in un luogo buio e caldo-umido per almeno 2 ore. Fate una incisione a croce sulla pagnotta e ponete in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 40-50 minuti (20 se avete fatto delle piccole pagnottine) finché non la vedrete ben dorata in superficie. Lasciate raffreddare e consumate con un po' di marmellata.
LE CASTAGNE | Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.






Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato
sotto una Licenza Creative Commons.

© Ynis Afallach Tuath, 2014/2015
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso degli autori e senza citare la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP.
MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php
Il tema grafico è stato creato da Isobel Argante. Webmaster Nemea del Lago.

Powered by MD-Pro