AVALON TRIBE ON FB

 

CURRENT MOON


CURRENT MOON

 

I PILASTRI DELLA TRADIZIONE AVALONIANA

 

Siam Fate di Lago...

 

Le Stazioni del Ciclo



Leggendo...

IL CONFRONTO

E' il tempo del Confronto, il momento di affrontare le scelte del nostro Cammino...

 

Menu Categorie

 

Cerca


 

Ynis Afallach Tuath

DANU, MODRON, MORGANA E ANNA - LA MADRE PRIMORDIALE?
Martedì, 26 Febbraio 2008 - 16:54 - 3556 Letture
Articoli vari Secondo le Triadi dell'Isola di Britannia (Trioedd Ynis Prydein), Afallach (figlio di Anu o di DÔn, una dea progenitrice simile alla Danu irlandese, da cui discendono i Tuatha dè Dannan) viveva sull'Isola di Avalon (Ynis Afallach) e la governava insieme con le sue nove figlie, di cui Modron era la più importante.

Le nove sorelle accudivano un tesoro del regno di Annwn (l'Altromondo): il Calderone. Goffredo di Monmouth, invece, nel suo Vita Merlini, sostiene che nove sorelle governavano l'Isola, e la più potente di esse era Morgana.

Iniziamo con l'analizzare il nome: Afallach (o Avallach, o Avlach). Afallach e Avalon sono in relazione con le mele: aval in gallese e bretone, avallo in gallico, ubull in antico irlandese, apple in inglese, dalla radice Proto-Indoeuropea *ab(e)l (= mela).
Jean Markale scrive che "nelle leggende irlandesi dell'Isola delle Donne… era conosciuta come Emain Ablach, di cui i poeti elogiavano i meli che vi crescevano e la bellezza dei loro frutti. Secondo Plinio
il Vecchio (Storia Naturale, XXXVIII, 35), i Teutoni… commerciavano ambra con gli abitanti dell'Isola di Abalum (oggi Oesel) a est del Baltico. C'era un villaggio sull'isola, chiamato Aboul il cui nome, come quello di Abalum e dell'isola italiana di Abella Melifera, deriva dalla stessa radice di Avalon".

Modron (Madre) è madre di Mabon o Maponos (Figlio), un dio della giovinezza. Le figure di Modron e Mabon sono assimilabili a quella della Grande Madre e del suo figlio divino, come Iside/Horus, Maria
Vergine/Gesù, Demetra/Persefone, Rhiannon/Pwyll ecc. Il suo nome richiama quello di Matrona, una dea romano-britannica, e quello di Santa Madrun, una principessa nipote di Vortigern, la cui sorella si chiamava (guarda caso) Anna. La leggenda relativa a Madrun tramanda anche il nome della sua dama di compagnia: (Santa) Annun. Inoltre, essendo entrambe collocate sull'Isola di Avalon, si
potrebbe ipotizzare un'associazione o, addirittura una sovrapposizione, tra le figure di Modron e Morgan Le Fay (Morgana). La seconda potrebbe essere una mutazione di Modron, poiché le prime
notizie su Morgana si hanno solo a partire dai romanzi arturiani medievali.

Sappiamo che la Madre Primordiale, o Grande Madre, nelle varie culture ha a che fare con l'acqua (di cui l'isola, la barca, la coppa, il calderone, il pozzo ecc. sono simboli), e quindi con la gestazione, la nascita e la creazione (e qui aprirei una discussione relativa ad una mia riflessione circa la rottura delle acque della partoriente, che provoca il diluvio che allontanerà il nascituro dalla comunione con il divino x proiettarlo nel mondo umano). Ancora secondo Jean Markale, la novità della figura di Morgana parte "dal nome che non si trova in nessun racconto gallese, fuorché sotto la forma maschile di Morgantut, medico e mago di Artù, citato in Kulhwch e Olwen. Nel folklore bretone troviamo Mary-Morgan, una specie di sirena collegata, quindi con l'acqua… il suo nome vuol dire nata dal mare (mori genos, irlandese muir gen). E' una dea Madre… non di una o più dee della fecondità… ma del mito della divinità primordiale…"

L'ipotesi Modron = Morgana potrebbe essere avvalorata dal fatto che Thomas Malory (Le Morte d'Arthur) descriva quest'ultima come la moglie di Re Urien Rheged (un re delle terre del nord). Secondo la tradizione gallese, la moglie di Urien si chiamava Modron ferch Afallach.
Oltre a ciò, secondo Britannia.com, "si potrebbe ipotizzare che lastoria dell'incesto con Artù (da cui nacque Mordred) sia il risultato di una sovrapposizione della figura di Morgan a quella della sorella (Anna-)Morgause. (Anna-)Morgause è chiamata Morcades nel Perceval di Chrètien de Troyes. Questo potrebbe essere un epiteto: Orcades era il nome latino delle Isole Orkney, luogo di residenza di Re Lot e di sua moglie Anna. Da qui, si suppone, il nome Anna Morcades/Morgause: Anna delle Orcadi".

E veniamo ad Anu che, come Danu e DÔn (e, ritengono alcuni, Anann), è ritenuta essere una dea madre di dei. In ambito celtico, troviamo diversi riferimenti a questa dea: in gallese Llys Don (la Corte di Don) è la Costellazione di Cassiopea; in Irlanda, nella Contea di Kerry, si trovano le colline chiamate Dà Chìc Anann (i Seni di Anann); nel Leicestershire abbiamo le Dane Hills, oltre a diverse credenze relative a Sant'Anna (a cui sono dedicati numerosi pozzi) e alla figura di Black Annis (Annis la Nera), sorta di mostro dalle sembianze di megera che vive negli stagni, dove attira i bambini per ucciderli e strappar loro la pelle. Con l'arrivo della religione cristiana, in epoca medievale troviamo
riferimenti ad Anna, figlia di Giuseppe d'Arimatea (colui che portò il Graal in Britannia), e ad Annowre, la maga che imprigiona Re Artù nella Foresta Perigliosa.
Jean Markale ci informa che "Le-Puy-en-Velay… non fu mai una città romana, ma un agglomerato gallico… allora si chiamava Anicium… Il nome stesso… sembra derivare da quello del colle sul quale si erge la cattedrale, il Mont Anis. Vi si trova… la radice del nome della dea madre dei Celti, Ana o Anna, dietro la quale si profila la Sant'Anna dei bretoni".

Da ciò che abbiamo analizzato fino ad ora, possiamo affermare che i nomi riferiti alle figure di cui sopra hanno a che fare con l'elemento acqua. In Proto-Indoeuropeo il termine indicante il fiume era *danu, che ritroviamo come radice nei nomi di grandi fiumi europei come il Don, il Dniepr, il Danubio…
Tenendo presente che le popolazioni celtiche che invasero l'Europa facevano parte del "grande calderone" indoeuropeo, notiamo che nella mitologia induista (Rig Veda) c'è una dea Danu, nome che significa acque del cielo/paradiso o sorgente/corrente, e che in Sanscrito anna significa nutrimento.

Per concludere e dare un maggiore spunto di riflessione, aggiungo una lista di nomi di divinità di vari pantheon che, da una ricerca che ho svolto, potrebbero avere attinenza con il termine *danu o, in
generale con l'elemento acqua e la creazione.

Nun: nella tradizione egiziana era il nome dell'Oceano Primordiale.

Nûn: la quattordicesima lettera dell'alfabeto arabo. Rappresenta la balena. La parola araba Nûn significa pesce.

AnẬhita: dea delle acque e della fertilità della mitologia iranica.

Don: antica parola Scita che significa acqua.

Imana: onnipotente. Dea della fecondità della mitologia banyarwanda (Rwanda).

Hannahanna: dea madre della mitologia hittita.

Oannes: dio pesce della mitologia caldea.

Manannan: dio irlandese del mare.

Andreus: greco figlio del fiume
DANU, MODRON, MORGANA E ANNA - LA MADRE PRIMORDIALE? | Login/crea un profilo | 2 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Re: DANU, MODRON, MORGANA E ANNA - LA MADRE PRIMORDIALE? (Punti: 1)
da Argante (isiabbi@hotmail.com) 26 Feb 2008 - 17:08
(Info utente | Invia il messaggio) http://)
E' bellissimo Arian! Spero che scriverai presto altro per noi!!!! Questi studi comparati sono preziosissimi!!!! GRAZIE! A te e a tutti coloro che hanno postato i propri messaggi!!!! Lo scrivo qui perchè e l'ultimo articolo postato...

Re: DANU, MODRON, MORGANA E ANNA - LA MADRE PRIMORDIALE? (Punti: 1)
da fairymoon 16 Ott 2008 - 09:35
(Info utente | Invia il messaggio)
un articolo stupendo denso di riferimento e spunti di riflessione, ottimo argomento di studio e di approfondimento personale, grazie!






Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato
sotto una Licenza Creative Commons.

© Ynis Afallach Tuath, 2014/2015
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso degli autori e senza citare la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP.
MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php
Il tema grafico è stato creato da Isobel Argante. Webmaster Nemea del Lago.

Powered by MD-Pro