AVALON TRIBE ON FB

 

CURRENT MOON


CURRENT MOON

 

I PILASTRI DELLA TRADIZIONE AVALONIANA

 

Siam Fate di Lago...

 

Le Stazioni del Ciclo



Leggendo...

IL CONFRONTO

E' il tempo del Confronto, il momento di affrontare le scelte del nostro Cammino...

 

Menu Categorie

 

Cerca


 

Ynis Afallach Tuath

Brownie
Martedì, 06 Maggio 2008 - 17:24 - 2812 Letture
Sidhe In lingua gaelica scozzese sono detti anche Uruisg o Brùnaidh.

In lingua gaelica scozzese sono detti anche Uruisg o Brùnaidh.

I Brownie, o broonie, sono di origine britannica.
Sono delle creature molto simili agli elfi e molto comunemente vengono definiti degli elfi domestici. Quando ci spostiamo da un luogo ad un altro si può notare come vengono chiamate queste care creature nelle zone in cui passiamo: un esempio può essere il Booka o Bwca nel Galles, il Bodach negli Higlands e Fenoderee nell’isola di Man. Questi Brownie sono diversi l’uno dall’altro: il Bwca, ad esempio, se viene preso in giro o offeso te la fa pagare a caro prezzo facendo mille dispetti, dal non lavorare al rivelare i segreti fino ad alzare le mani contro chi l’ha maltrattato. Per la protezione di solito si ricorre al ferro, alle croci di sorbo e delle volte anche acqua santa; mentre per scacciarlo ci vuole un saggio. Occhio a chi è astemio, il Bwca si diverte ad infastidirli in quanto li odia! Lo fa anche con chi ha il naso lungo ma è strano perché proprio lui ne è dotato…. L’attività del Fenoderee è quello del mietere i campi e il suo fisico è allenato per questo; l’unico difetto è che non sia tanto intelligente, difatti le leggende che lo narrano lo rendono facile vittima di coloro che vogliono divertirsi alle sue spalle. Neanche di bellezza è dotato; infatti rifiuta qualsiasi ornamento che l’uomo gli dona. Presso i mulini vive il Killmoulis: lo si nota per il naso enorme e per l’essenza di bocca; si pensa che per mangiare usi il naso…. Sono grandi lavoratori ma si perdono tra scherzi e dispetti. Mentre un essere un po’ più stupido del Brownie è il Dobbie: c’è una leggenda che racconta una vicenda di questo “stupido” elfo. Un giorno ad una fanciulla mancava della farina e andò al mulino dove c’era questo Dobbie, figlio di Maggy Mouloch. Dobby spazientito cominciava ad importunare la ragazza e a chiedere in continuazione il suo nome. La povera fanciulla era stufa per tutte quelle attenzioni e alla fine esplode dicendo che si chiamava “Proprio io” lanciandogli infine dell’acqua bollente per poterlo mandar via. L’elfo piange e quando la madre lo vide gli chiese “Chi è stato?” lui rispose “Proprio io”, al momento non riusciva ad accusare la fanciulla, ma poi riuscì a punirla e si trasferì in un’altra fattoria. Intanto il fattore, per la sua avidità, licenziò tutta la servitù: e qui entra Maggy che si trasforma in un Boggart, facendo sciopero, e perseguitò il fattore fino a quando non riassunse tutti i dipendenti recentemente licenziati.

Il carattere del Brownie è difficile ma in genere sono elfi miti, tranquilli ma molto suscettibili e, se contrariati, possono diventar vendicativi. Manifestano un carattere meteoropatico, notevole come le stagioni dell’anno. Sono esseri piuttosto imprevedibili e l’irritazione non è del loro carattere. Infatti il Brownie ha il suo alter ego malefico, il Boggart, e lì si che saremmo nei guai!

Ciò che non è ben definito è il suo aspetto esteriore e alcuni lo descrivono in tale modo: sono di statura piccola, alti dai 20 ai 60 centimetri e irsuto, con dei lunghi capelli biondi. I vestiti che indossano sono spesso trasandati, infatti portano una cuffietta blu, e hanno spesso con sé un lungo bastone di viaggio. Mentre altre fonti lo reputano un elfo con orecchie a punta, di carnagione scura e veste sempre di marrone o addirittura va in giro nudo.
Per poter riconoscere questi elfi, si possono notare alcune stranezze nel suo aspetto fisico: i Brownie di montagna non hanno la separazione nelle dita dei piedi e delle mani, mentre quelli di pianura invece non hanno il naso.

Quel che vuole la tradizione è che questi elfi domestici vivono nelle case degli esseri umani (in alcuni casi li vuole anche nei granai, nei pollai, nei fienili, nelle piccole cavità dei muri e nei camini diroccati), approfittando della loro bontà e della loro gentilezza, facendo alcune faccende domestiche in cambio di doni e cibo. Prima di entrare in stretto contatto con l’essere umano, ed abitare sotto lo stesso tetto, i Brownie vivevano sotto ai picchi delle montagne o presso dei dolmen o dei menhir. Agli uomini fa piacere della loro gentilezza perché li aiutano nei piccoli lavori di casa o in altri servigi, come ricompensa o come baratto, accettano formaggi e latticini, che adorano (alcuni sostengono che vogliono solo latte, panna e qualche focaccia spalmata col miele), ma non bisogna offrirgli nient’altro di più, detestano l’idea di essere pagati per compiere azioni e si offenderebbero e non ritornerebbero.
Torto gli si fa se gli si donano abiti, nemmeno fosse per proteggerli dal freddo!
Qualcosa di spassoso lo fanno, riprendono la servitù pigra facendo loro dispetti scherzosi per renderla produttiva e per potersi divertire alle loro spalle.
A loro piace sorvegliare le abitazioni degli uomini; di notte escono dalla loro dimora e finiscono di fare i loro lavori domestici della massaia della casa, oppure sorvegliano il gregge e mietono per gli uomini. Non criticate mai il lavoro di un Brownie potrebbe arrabbiarsi e scaraventare il raccolto dall’altra parte dell’abitazione o addirittura da un dirupo! Durante la giornata compiono commissioni, si prendono cura dei giardini, si dilettano a rendere fertili le regioni aride, sono dei grandi bevitori di birra e infatti distillano il whisky delle Glen scozzesi.
Questi graziosi e dispettosi elfi erano amici dei Picti e degli Scoti a cui raccontavano le loro storie fantastiche.

C’è anche la variante femminile del Brownie, è la Bean-Tighe o donna di casa, una piccola donna minuscola e anziana con addosso degli abiti pesanti e fuori moda, ma ha un viso gentile e molto amichevole. Governare fa parte di lei, del suo carattere; bada con serenità e gioia i bambini e i piccoli animali di casa. Si trova nelle case di campagna, accanto ad un caminetto, in cambio di quello che fa vuole solamente delle fragole fresche e dei dolcetti.

Se ci si ritrova alla riva di cascate o di torrenti in sottofondo si sente il fruscio dell’acqua, ma se ci addentriamo più a fondo noteremo delle piccole voci di un timbro piuttosto simile a delle grida, questi sono i brownie che tengono assemblee a voce alta; non lo si nota appunto per il frastuono dell’acqua e talvolta essi si sovrappongono. Nel folklore scozzese si ritrova un collegamento a queste assemblee (un esempio: “Brùnaidh an Easain”, brownie della cascatella); probabilmente si rifà a qualcosa di più antico infatti si pensa che siano due figure che sono confluite nel tempo, gli “spiriti dei torrenti”.


PhoenixMoon
Brownie | Login/crea un profilo | 2 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Re: Brownie (Punti: 1)
da Argante (isiabbi@hotmail.com) 24 Mag 2008 - 09:45
(Info utente | Invia il messaggio) http://)
Grazie Phoenix! E per questa volta pazienza per le fonti.... ma per i prossimi articoli dovremo ricordarci di segnarli per bene!
Un bacino

Arghi






Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato
sotto una Licenza Creative Commons.

© Ynis Afallach Tuath, 2014/2015
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso degli autori e senza citare la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP.
MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php
Il tema grafico è stato creato da Isobel Argante. Webmaster Nemea del Lago.

Powered by MD-Pro