AVALON TRIBE ON FB

 

CURRENT MOON


CURRENT MOON

 

I PILASTRI DELLA TRADIZIONE AVALONIANA

 

Siam Fate di Lago...

 

Le Stazioni del Ciclo



Leggendo...

IL CONFRONTO

E' il tempo del Confronto, il momento di affrontare le scelte del nostro Cammino...

 

Menu Categorie

 

Cerca


 

Ynis Afallach Tuath

ATTIVITA' : Cronistoria di un Raduno
Martedì, 19 Maggio 2009 - 00:11 - 3310 Letture
Avalon Ho pensato che potesse essere carino scrivere un vero e proprio resoconto di ciò che si è svolto al Primo Raduno dell’Ynis Afallach Tuath, svoltosi a Beltane 2009 presso la Casa del Ramo d’Argento...

Non mi andava di scrivere cosa fosse accaduto giorno dopo giorno, ma ho pensato che sarebbe stato bello avere anche un racconto di questo genere… In fondo, siamo state unite ugualmente nelle piccole cose quotidiane come in quelle più ‘profonde’!
Iniziamo….




Giovedì 30 aprile ci sono stati i primi arrivi: io (Iris), Euphorbia, e Lelaina, ognuna di noi con il proprio fidanzato e poi Jlandra e Fulvia. Dopo esserci sistemate, ci siamo date appuntamento per la cena, ovviamente insieme ad Argante e Nord. Seduti intorno al tavolo si sono susseguite diverse discussioni molto interessanti: innanzitutto ho cercato di convincere Argante a tenere un discorso ufficiale (che poi è stato: “ragazzi vi annuncio ufficialmente che al rito che faremo domani Caillean terrà il discorso ufficiale”!); poi, io e il mio ragazzo che discutevamo con Argante e Nord dell’origano sulla pizza e infine svariati sfoghi di alcune ragazze twilightizzate! Dopo questa magnifica cena (si…. moooolto mistiche e mooooolto celtiche, è vero…) alcuni di noi sono rientrati nelle loro stanze a causa dell’enorme stanchezza per le tante ore di viaggio, altri sono andati a casa di Argante e Nord per qualche chiacchiera e assaggio dolciario!







Venerdì 1 maggio, dopo colazione, io, Argante, Fulvia e Jlandra siamo andate a far giusto un pò di spesa per la grigliata della sera… Mentre Argante e Fulvia facevano da brave mogliettine la spesa, io e la piccola Jlandra ci guardavamo intorno stupite dalle cose che vedevamo sugli scaffali e che qui al sud non siamo proprio abituate a vedere! (Nota di Argante: e poi mi devi spiegare sta cosa… cioè, siamo inTrentino, mica in Alaska…) Dopo aver riempito il carrello fin quasi a esplodere, aver messo la spesa negli scatoloni e caricato la macchina di Argante, abbiamo raggiunto l’altro gruppo alla Casa del Ramo d’Argento. Il Gruppetto aveva nel frattempo costruito un tavolo e rudimentali panche attorno al braciere. Pranzo a base di panini e riposino pomeridiano, aspettando gli ultimi arrivi prima del vero e proprio Raduno. E così nel pomeriggio arrivano Caillean e consorte, Sylesia, Meliade e fidanzato, e Abigail.
Pomeriggio, verso le 18.30, spedizione verso la Casa del Ramo d’Argento.
Iniziano i preparativi… Il povero Nord intraprende avventurosamente l’accensione del braciere per la grigliata, gli altri trascorrono il tempo tra una chiacchiera e l’altra. Mentre si cenava, le 4 Moderatrici (Sante Donne che ormai rasentano il Mito) vengono incaricate di andare a preparare la legna per il falò, mentre gli altri se la ridevano e ci guardavano. Per fortuna che alcune dolci donzelle si sono rese conto dell’immane compito e sono soccorse in nostro aiuto! Dopo aver degustato dolci e leccornie varie, tra cui la torta porcosa di Caillean e la mia pastiera napoletana, arriva il magico momento del Falò…
Nord inizia a dar fuoco e noi tutti intorno ad ammirare. In quel momento, ognuno di noi sa cosa ha sentito e cosa ha provato. Si tratta di quelle emozioni che non si possono descrivere a parole… Il fuoco ardeva prepotente, l’acqua scorreva impetuosa…







La Casa ha ripreso vita. Una Casa vecchia di 3 secoli, forse più… Ecco di nuovo la gente attorno al fuoco, a far filò, come si suol dire da quelle parti. Un battesimo, una riscoperta, un nuovo inizio… Non ci sono parole per descrivere le sensazioni scatenate da quel fuoco immenso e feroce. Fuoco nutrito dai tronchi morti prelevati dal Tempio… Un fuoco Sacro, un fuoco d’Inizio, il Fuoco di Beltaine così come dovrebbe essere: indomabile e divino…




Sabato 2 maggio Decidiamo di lasciare i nostri accompagnatori in giro per dedicarci un po’ a noi stesse. Ecco 10 ragazze, 5 in auto con Caillean e 5 con Argante, salire alla Casa del Ramo d’Argento. Abbiamo sistemato le nostre coperte e ci siamo sedute in Cerchio. Ognuna di noi ha espresso le proprie sensazioni sul Falò, le aspettative sul Raduno… Questo è stato un momento di pura intesa. Si è instaurato quel piccolo legame che prima, forse, mancava. Un legame che può nascere solo dal contatto fisico, dagli ‘occhi negl’occhi’, dal condividere insieme, faccia a faccia, momenti di profondo coinvolgimento…
A questo momento di confronto è seguita la meditazione di gruppo: il Terzo Imram, la Sorgente Bianca… Argante ci ha guidato, anche se, ovviamente, ognuna di noi ha il proprio ritmo e vive la meditazione in modo unico e personale. Quest’esperienza ha fatto si che condividessimo un’altra emozione molto suggestiva…




A pranzo, gli accompagnatori ci hanno raggiunto (i fanciulli si erano diretti per una passeggiatina a Madonna di Campiglio), giusto il tempo per un panino e poi di nuovo via, avevamo un Rito da compiere! Dopo aver preparato tutto l’occorrente ed esserci ritirate per qualche minuto in meditazione, abbiamo iniziato… Ho benedetto il tempio con acqua e semi, ci siamo sedute tutte in Cerchio con Caillean al Centro, e Argante al di fuori del Cerchio. Meliade ha raccolto i doni di ognuna di noi per poi posarli sull’altare in dono alla Madre. Cail ha distribuito i foglietti sui quali dovevamo scrivere cosa lasciar scorrere nel fiume, cosa lasciar andare. Sono stati raccolti e Argante li ha gettati nel fiume. Durante la seconda parte del Rito Caillean ha consegnato ad ogni Dama un nastro colorato… Ognuna di noi lo ha caricato con le proprie intenzioni, ci siamo alzate e abbiamo trapiantato il Nostro Melo. Abbiamo, a turno, gettato un po’ di Terra intorno alle radici del Melo e legato il proprio nastrino ai rami. Durante la Terza parte del Rito la cara Jlandra ha lasciato che ognuna di noi estraesse una carta dai Tarocchi che aveva con sé, a mò di guida per il futuro, a mò di indicazione… Così si è concluso il nostro magico momento… Argante ha sciolto il cerchio. Ora il Tempio è consacrato.




Dopo aver avuto giusto il tempo per una doccia, ci siamo ritrovati tutti per cenare! Tra un piatto di cucina tipica e un pettegolezzo, ci siamo concentrate anche a “parlucchiare” di argomenti seri come la Goddess Conference del 2010. Alla cena è seguita la serata a casa di Argante... In quella casa si sono aperte le danze… Inconsapevolmente, c’è stata nuovamente la divisione tra accompagnatori (che si sono spiaccicati sul divano a guardare la tv) e noi donzelle. Argante ci ha gentilmente offerto un po’ di limoncello e mirtillo. La nostra cara Euphorbia ha carinamente apprezzato questo gesto!!!! (molto carinamente). I nostri discorsi sono a dir la verità incoffessabili. Mettete 10 donne attorno ad un tavolo con super alcolici e dolci… cosa vi aspettatate?




Domenica 3 maggio ci vediamo tutti giù per fare le foto di gruppo… Anche questo è stato un bellissimo momento, tanto bello quanto triste poichè di li a poco molti sarebbero partiti. Si sono susseguiti abbracci, baci e anche qualche lacrimuccia…
Successivamente alle partenze, siamo rimaste io ed Euphorbia. Così, Nord e Argante ci propongono una bella scampagnata al lago di Tovel. Caricati tutti in un’auto, ci rechiamo sul posto. Ad un certo punto del tragitto, tra belle salite e altrettante bellissime curve, io ed Euphorbia dobbiamo assolutamente fermarci, il nostro stomaco sta per cedere. Ci rimettiamo in auto, continua la salita con le curve, ma ad un certo punto la strada si interrompe, causa neve e alberi caduti. Lasciamo la macchina e proseguiamo a piedi… La scena più bella è stata quella in cui mi sforzavo di camminare sulla neve con le mie scarpette da ginnastica! (Nota di Argante: confermo… era spassosissimo..).
Dopo un po’ di fatica, arriviamo in questo posto magico. Trascorriamo lì un po’ di tempo e poi riscendiamo perché qualcuno lamentava un po’ di fame! Nel pomeriggio anche Euphorbia parte, così la sera andiamo a cena io e il fidanzatino, accompagnati da Nord e Argante. Rientriamo in albergo presto, la mattina dopo ci aspettano 9 ore di viaggio.




Questa è la cronistoria del nostro primo raduno. Per quel che mi riguarda ho vissuto un’esperienza unica, che mi ha dato la possibilità di conoscere le altre ragazze, di poter dar loro un volto e una voce: condividere alcuni momenti è stato magnifico, ogni attimo che trascorrevamo insieme accendeva in me una piccola luce… Grazie…





Note: Nota di Argante: per me il Raduno è stato un punto di partenza: come dire 'ora possiamo partire seriamente'. Non che prima non seguissi l'associazione seriamente, ma ora so che possiamo farcela a costruire qualcosa che rimanga nel concreto. Non sarà facile, ci vorrà molto tempo, ma possiamo riuscirci, o per dirla alla Obama: Yes we can!
A due settimane dal Raduno I nostri doni sono ancora tutti perfettamente integri sull'altare. Ci sono stati venti e temporali, ma è tutto là in perfetto ordine. Perfino la mela di Caill non è stata intaccata da nulla, nemmeno da una formichina....
E' stato malinconico vedere i doni sull'altare, i nastri sul melo, le panche a semicerchio deserte, i resti del falò... Ma una malinconia bella, perché significa che le persone che hanno partecipato hanno lasciato un'impronta positiva e forte.
Mi manca vedere Fairy in cerca di pace negli angolini dispersi del bosco, o Euphorbia che medita sui sassi del fiume... Insomma, avete lasciato qui la vostra impronta. Il falò soprattutto ha smosso molte energie che ancora dormivano. E' come se davvero il calore (immenso) di quelle Fiamme avesse risvegliato qualcosa. Vederlo dal ponte, da lontano, faceva impressione. Ruggiva, era indomabile, furioso, libero. Un fuoco che parlava di sciogliere catene, dubbi, problemi, che cantava di risveglio, di lasciar andare alla fiamme e sul fiume per poter far posto al nuovo.

Il melo cresce e il fiume ormai è così in piena che non si scorgono più i sassi... Il prato è pieno di fiori e l'erba è alta, tra un po' dovremo falciarla...Ci sono ancora le panche, io e Nord abbiamo pensato di lasciarle.... magari qualcuno verrà a trovarci in estate..

Al prossimo raduno!

NOTA 2: Tutte le foto sono dei legittimi proprietari. Non sono permesse riproduzioni di sorta. Ogni partecipante ha sottoscritto l'autorizzazione all'uso della propria immagine secondo specifiche ben chiare.
Cronistoria di un Raduno | Login/crea un profilo | 3 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Re: Cronistoria di un Raduno (Punti: 1)
da Meliade 20 Mag 2009 - 11:01
(Info utente | Invia il messaggio) http://meliade.splinder.com)
Iris grazie per questo resoconto! E' stata una bellissima esperienza,
e ancora penso ogni tanto a quei momenti passati insieme!
Grazie a tutte, non vedo l'ora di rivedervi!!!!!
Un abbraccio forte forte!
Mel

Re: Cronistoria di un Raduno (Punti: 1)
da Marinella 20 Mag 2009 - 16:57
(Info utente | Invia il messaggio) http://)
bellissime emozioni!mi sarebbe piaciuto partecipare. grazie ragaze!
Marin

Re: Cronistoria di un Raduno (Punti: 1)
da Euphorbia (euphorbia@semo.it) 21 Mag 2009 - 14:35
(Info utente | Invia il messaggio) http://)
Grazie Iris per questo bellissimo resoconto!
Non vedo l'ora ci sia il prossimo!






Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato
sotto una Licenza Creative Commons.

© Ynis Afallach Tuath, 2014/2015
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso degli autori e senza citare la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP.
MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php
Il tema grafico è stato creato da Isobel Argante. Webmaster Nemea del Lago.

Powered by MD-Pro